Hungry Hearts, al cinema dal 15 gennaio, è un film familiare che racconta dell’amore malato di una madre verso il figlio

hungry hearts

Hungry Hearts, il nuovo film di Saverio Costanzo, sarà nelle sale italiane dal 15 gennaio. La pellicola era stata già in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia dando la possibilità ai due protagonisti, Alba Rohrwacher e Adam Driver, di aggiudicarsi la Coppa Volpi.

Ispirato al romanzo autobiografico Il bambino indaco, di Marco Franzoso, Hungry Hearts (cuori affamati) è una storia familiare, ambientata a Padova, di disagi e solitudine, che si svolge esclusivamente all’interno di una casa. È un film intimo ed eroico, dalla grandissima sensibilità, che vede trasformare l’amore puro di una madre in tragica ossessione. I protagonisti, Mina e Jude, sono due giovani innamorati che decidono di sposarsi e mettere su famiglia, ma quando Mina diventa mamma cresce in lei e sempre di più un’apprensione quasi malata nei confronti del figlio. New York, la città in cui vivono, è troppo pericolosa per lui, così lo costringe senza neanche rendersene conto a rimanere rinchiuso tra le quattro mura di casa, credendo di proteggerlo. Ma in realtà è lei a mettere in pericolo in figlio e la sua salute. Quando il marito Jude se ne accorge cerca in tutti i modi di salvarlo da lei, dalla solitudine, e dalla fame. Da quel momento gli equilibri familiari subiscono l’inevitabile discesa agli inferi dell’anima. “Il cibo è il tema apparente del film. In realtà si parla di ideologia, che è il vero demonio dell’umanità. L’ideologia è sorda, non ascolta nessuno, pensa di essere sempre nel giusto e si chiude per questo nel suo castello incantato. Per Mina, la purezza diventa ideologia, questo è il suo unico errore e non le buone intenzioni di far mangiare bene il bambino, cioè con prodotti sani”, ha voluto precisare il regista.

Alba Rohrwacher, la ‘mamma fatale’ di Hungry Hearts, è l’attrice italiana che si è fatta notare in Mio fratello è figlio unico, Caos Calmo, il papà di Giovanna, Io sono l’amore e L’uomo che verrà. Adam Driver è invece l’ attore statunitense che ha ricoperto ruoli importanti in film come J. Edgar ci Clint Eastwood, Lincoln, A proposito di Davis e Tracks-Attraverso il deserto.