Ritorna il grande fenomeno televisivo degli anni ’90 “Karaoke”, su Italia1 e sotto la conduzione del comico Angelo Pintus. Fiorello gli consiglia: “Punta sulle province e segui i testi sul tablet e sul telefonino”

pintus
Torna su Italia1 l’indimenticabile fenomeno televisivo che portò Fiorello al successo. Stiamo parlando di Karaoke, uno dei programmi più seguiti e amati degli anni ’90. Il Karaoke di Fiorello, che andò in onda per due stagioni prima di passare il testimone al fratello Beppe, in coppia con Antonella Elia, fece cantare tutte le piazze italiane. Gli elementi cardine del programma erano sostanzialmente due: prendere un po’ in giro lo stonato di turno, e scoprire nuovi talenti, compito assolto ormai dai vari talent show. E proprio durante il Karaoke spuntarono per la prima volta aspiranti cantanti di talento, allora completamente sconosciuti, come ad esempio Elisa, Tiziano Ferro e Laura Chiatti. Adesso, dopo ben 23 anni, la trasmissione ritorna su Mediaset, ma con la conduzione del comico Angelo Pintus, cui la rete dà molta fiducia dopo gli ottimi risultati auditel del suo one man show. A fargli gli in bocca al lupo è proprio Fiorello che gli lascia anche qualche suggerimento: “Il codino non va più di moda, meglio i tatuaggi. Il mio consiglio è di partire dalla provincia, non dalle grandi città. Si potrà cantare seguendo i testi sul tablet e sul telefonino. Io lo farei così”. “Dopo tutti questi anni sono cambiate tante cose, ci sono stati i talent, i reality, c’è il web, i canali all news, siamo tutti più informati e all’ora del tg sappiamo già tutte le notizie. Quindi è difficile prevedere come andrà in tv, sono molto curioso di capire se un programma vintage come il Karaoke può ancora funzionare”, ha aggiunto lo show man siciliano. Le aspettative sono altissime, specie se si considera l’effetto nostalgia e la forte curiosità tra i telespettatori. Ancora non è certa la data di partenza, ma il comico Pintus ha già dato la conferma che sarà proprio lui il nuovo Fiorello. Lo si può leggere su un suo post: “Ad Alassio arriva un certo Fiorello con il “Karaoke”.. beh mi sono visto le prove.. e tutta la serata! che meraviglia! ho rischiato di essere mandato a casa per non essere andato al lavoro quella sera..ma ne e’ valsa la pena.. Perche’ dopo piu’ di ventanni il “Karaoke” lo presentero’ io.. ( almeno cosi’ sembra ). Chiaramente a modo mio.. E ogni paragone con lui non avra’ mai senso.. perche’ Rosario e’ Rosario. Ma una cosa è certa.. non vedo l’ora di venire nelle Piazze.. Non vedo l’ora di stare li’ a cantare e non solo..insieme a voi..”.