Postare immagini o video a carattere privato e sessuale o mostrare semplicemente il contenuto ad una terza persona da oggi, in Gran Bretagna, è punibile con una multa e due anni di reclusione

porno vendetta

Il governo inglese e del Galles ha dato l’ok al disegno di legge che contiene l’emendamento che rende reato la pratica della porno-vendetta. Quindi d’ora in avanti sarà punita la pubblicazione di foto o video a carattere privato e sessuale nei quali il contenuto mostrato non lo è abitualmente in pubblico. Chi vorrà quindi vendicarsi di qualche ‘torto’ subìto, spesso, ma non solo, all’interno di una relazione finita male, postando su internet foto e video compromettenti di terzi , dovrà stare bene attento. Rischierà di macchiarsi di reato, punibile con multa e due anni di reclusione.

Il reato sussiste quando delle immagini ritenute compromettenti vengono pubblicate su internet o condivise tramite sms o email senza il consenso dell’interessato, o nel caso in cui tali immagini vengano stampate o appaiano su uno schermo del telefono, o semplicemente mostrate ad una terza persona.

La porno-vendetta miete ogni giorno nuove vittime, che si fidano ingenuamente della buona fede del partner, sia esso fisso o occasionale, immortalandosi in prestazioni sessuali con la promessa di tenerle per sé, come ricordo o semplice atto di vanità. Un hobby molto pericoloso che spesso tradisce la fiducia dell’altro partner, soprattutto quando la relazione è ormai finita. In questi casi la vittima rischia di ritrovarsi nei telefonini di altre persone in foto o video hot che la riguardano.

“E’ un inizio. Questo può facilitare il lavoro della Polizia e della giustizia. È un problema molto grave che non cessa di aumentare negli ultimi mesi. Oltre ai casi che gestiamo ne scopriamo decine di altri”, ha riferito Laura Higgins, una responsabile di un sito per aiutare le vittime della “porno-vendetta”.

La porno-vendetta non è assolutamente da sottovalutare, perchè può costare anche la vita. Molti giovanissimi, infatti, incapaci di sostenere la vergogna e questa forma meschina di cyber bullismo hanno deciso di togliersi la vita. Questa gigantesca piaga sociale è punibile già da tempo negli Usa, con multe di circa 1000 dollari e un periodo di reclusione pari a 6 mesi. E da oggi anche la Gran Bretagna ha deciso di seguire questa strada, cercando di limitare, per quanto possibile, i danni e la pratica della porno-vendetta. Ma se i colleghi americani fanno scontare una pena di sei mesi, la Gran Bretagna rincara la dose ad almeno due anni, oltre al pagamento di una multa ben più pesante. Adesso la speranza è che anche il resto dell’Europa prenda seri provvedimenti contro questa calunniante vendetta, praticata soprattutto da ex fidanzati, ex amanti o semplicemente conoscenti senza un minimo di cuore.