L’aveva realizzato Calvin Klein per la bellissima Lupita. Intessuto di 6mila perle per un valore di 150mila dollari avrà fatto gola a qualche malintenzionato, che gliel’ha sottratto nella sua camera d’albergo

Lupita-Nyong'o

Il prezioso abito ricoperto di perle che indossava Lupita Nyong’o è stato uno dei più ammirati la scorsa settimana alla cerimonia degli Oscar 2015. E adesso è anche avvolto dal mistero, perché sembra essere sparito dalla sua camera d’albergo. L’attrice, vincitrice della scorsa edizione come Miglior attrice non protagonista per il film “Dodici anni schiavo”, ha portato con leggiadria sul red carpet un abito bianco, intessuto di seimila perle Akoya, realizzato da Calvin Klein, che secondo il sito di gossip americano TMZ aveva un valore di circa 150 mila dollari. Se la bellezza dell’abito, come della stessa indossatrice, non era passata inosservata sul red carpet attirando i flash di tutti i fotografi, non è passato inosservato neanche il suo valore all’attenzione di un qualche malintenzionato di turno, che avrebbe agito la mattina all’ora della colazione, probabilmente tra le 8:00 e le 10:00, quando la star non era in camera. “Confermiamo che c’è un’inchiesta a proposito della sparizione dell’abito di Lupita Nyong’o”, ha confermato il sergente della polizia di West Hollywood, Richard Bowman. “Il vestito è stato rubato dalla stanza della Nyong’o presso il suo hotel di West Hollywood la mattina del 25 febbraio, la signorina Nyong’o non era in camera al momento del furto”, ha detto, aggiungendo anche di aver ricevuto una telefonata dallo staff dell’attrice che ne denunciava la scomparsa.

Quello dell’abito di Lupita non è il primo furto avvenuto ad un festival del cinema. Nel 2013, infatti, a Cannes furono rubati gioielli per milioni di dollari da un hotel di Nizza dove si trovava la modella Cara Delevingne.