Dal cambiamento globale ai virus letali, dalla guerra nucleare alla crisi economica, fino all’attacco degli alieni o alla ribellione dell’intelligenza artificiale. Non si tratta di pellicole cinematografiche, ma delle 12 profezie che riguardano realmente la fine del mondo elencate da alcuni ricercatori dell’Università di Oxford

asteroide

Le profezie sulla fine del modo sono sempre state oggetto di studio approfondito. Dal Millennium bug alla profezia dei Maya, mettono un po’ tutti in allarme. Poi scampa il pericolo e subito ne segue un’altra. Ma a parte quando succede nelle grande pellicole cinematografiche, il mondo è ancora qua, integro, o quasi. Perché quasi? Perché l’umanità potrebbe realmente estinguersi. Lo dicono alcuni ricercatori dell’Università di Oxford, che hanno elencato addirittura 12 profezie riguardo la fine del mondo. Come se si unissero le trame di più film in un unico grande disastro imminente.

Oltre appunto i rischi che potrebbero provocare i fenomeni naturali, lo studio ha messo in guardia sui seri pericoli che l’umanità potrebbe riscontrare a causa del mal governo, delle nanotecnologie e dell’intelligenza artificiale. Sotto elenchiamo la classifica, in ordine di pericolo.

1. Cambiamento climatico: i ghiacci che si sciolgono, il buco dell’Ozono, il riscaldamento terrestre. Catastrofi che provocheremmo con le nostre stesse mani, a causa dell’inquinamento e della pessima cura dell’ambiente.

2. Guerra nucleare: oggi è meno probabile che negli anni passati, quando poteva succedere realmente durante la guerra fredda, ma resta comunque uno dei pericoli più elevati per l’umanità, tanto da aggiudicarsi il secondo gradino della scala tra i pericoli per la fine del mondo.

3. Pandemia globale: spesso descritta con dettagli davvero coinvolgenti dai più grandi cineasti al mondo, dopo la classifica di Oxford potrebbe essere adesso davvero possibile la diffusione di un virus letale nel mondo. Ma nei film c’è sempre un eroe, o quanto meno qualche sopravvissuto. Nella realtà sarebbe questo l’epilogo?

4. Asteroide: molto fantascientifico. Basti pensare al colossal Armageddon, con Bruce Willis. Ma i ricercatori della Oxord University non lo escludono affatto. Nello studio si legge che per distruggere un’area grande come la Nuova Zelanda basterebbe un asteroide di 5 Km. Fortunatamente per tutti questo avviene ogni 20 milioni di anni.

5. Eruzione di un super vulcano: le conseguenze sarebbero molto simili a quelle di una guerra nucleare.

6. Catastrofe ecologica

7. Crisi mondiale economica

8. Biologia sintetica

9. Nanotecnologie: che potrebbero contribuire alla creazione di armi non convenzionali.

10. Intelligenza artificiale: anche questa protagonista di moltissimi film di fantascienza. Una realtà, spesso molto utile a tutti noi, ma non è escluso che potrebbe anche ribellarsi all’uomo.

11. Aggressione degli alieni

12. Politica: ultima nella scala dei pericoli, ma la prima a cui si possa far fronte. La gestione del bene pubblico, in una cittadina, in un intero Paese, o nell’intero pianeta, tocca infatti sempre ai politici e alla loro amministrazione. Oxford scrive che sono loro ad avere la piena responsabilità di impedire che tutti i rischi elencati dai ricercatori possano diventare realtà. Speriamo quindi che leggendo questa classifica si ricordino quali siano le loro priorità.