I fratelli cineasti saranno a capo della presidenza del 68° Festival di Cannes che si terrà dal 13 al 24 maggio. La loro scelta è un omaggio al cinema realizzato da fratelli in occasione dei 120 anni del cinematografo dei Lumière

coenbr

I fratelli e registi americani Joel e Ethan Coen saranno, dal 13 al 24 maggio, a capo del sessantottesimo Festival di Cannes. Lo hanno annunciato in un comunicato gli organizzatori della celebre kermesse, dove si legge che i due cineasti “hanno accettato l’invito del Presidente Pierre Lescure e del Delegato Generale Thierry Frèmaux”. È la prima volta nella storia del festival francese che la giuria verrà presieduta da due persone. Ma i fratelli Coen, da sempre lavorano in coppia e sarebbe stato impensabile dividerli. La loro presenza in qualità di giuria è anche un omaggio ai fratelli del cinema, a partire dalla coppia di inventori Louis e Auguste Lumière, nell’anno in cui si celebrano i 120 anni dall’invenzione del cinematografo. I due registi, postmoderni, ironici, antieroici, e sempre molto biblici, dicono di loro: “Amiamo la libertà di raccontare le storie che a Hollywood non piacciono, perché non sono consolanti e i personaggi sono tutt’altro che eroici. Ma quando scriviamo noi non ci preoccupiamo mai dell’oggi e non vogliamo fare nessuna riflessione sull’attualità”. I due fratelli, nati a St. Louis Park e soprannominati ‘il regista a due teste’, fanno tutto insieme, dalla stesura delle scene nei minimi dettagli alla difficilissima fase del montaggio: “È la fase della disperazione. Il momento in cui dobbiamo decidere se infilarci una pistola in bocca e premere il grilletto o infilarci nella vasca da bagno e tagliarci le vene”, hanno detto col loro solito umorismo. Intervistati hanno poi trasmettono anche tutto il loro entusiasmo per la nuova esperienza da giurati: “Siamo molto orgogliosi di ritornare a Cannes. Soprattutto per l’opportunità che ci viene offerta di vedere dei film provenienti da tutto il mondo. Cannes è un festival, che fin dall’inizio della nostra carriera, ha sempre giocato un ruolo importante per noi. Ed essere presidenti della Giuria è ben più che un onore”. Grandissimi sperimentatori, 4 volte premi Oscar per “Fargo” e “Non è un paese per vecchi”, sono osannati da tutti i colleghi e non solo. “Nei loro film, a partire da ‘Il grande Leboswki’, i Coen hanno convinto gli spettatori della forza della divagazione. Hanno sdoganato la gratuità, elevandola a forma d’arte, regalando a tutti i cineasti successivi una nuova, impensata forma di libertà…”, ha detto di loro Paolo Sorrentino.
In attesa del Festival di Cannes, i fratelli Coen stanno continuando le riprese del loro ultimissimo film “Hail Cesar!” con un cast d’eccezione: George Clooney, Christophe Lambert, Scarlett Johansson, Tilda Swinton, Josh Brolin e Channing Tatum, e che uscirà nelle sale il 5 febbraio 2016.