Durante l’eclissi solare del 20 marzo l’Europa, soprattutto Italia e Germania, potrebbe affrontare un’improvvisa caduta dell’approvvigionamento di energia elettrica a causa della mancata produzione degli impianti fotovoltaici

eclissi solare

Il prossimo 20 marzo in Italia, come in tutta Europa, potremmo rimanere letteralmente al buio. Tutto questo avverrà durante l’eclissi del sole. Lo riferisce l’European network of transmission system operators (Entsoe), il network europeo che si occupa della gestione delle reti energetiche, secondo cui l’Europa alla prossima eclissi solare potrebbe affrontare un’improvvisa caduta dell’approvvigionamento di energia elettrica, a causa della mancata produzione degli impianti fotovoltaici. L’Entsoe precisa che, nonostante di eclissi solari ne sono già accadute, adesso la questione si fa più seria perché c’è un netto aumento della generazione fotovoltaica di energia e questo, senza adeguate contromisure, potrebbe portare a grossi problemi. Così l’ente si prepara da molti mesi ormai per la giornata del 20 marzo e la ‘pericolosa eclissi’ per trovare un modo di limitare il rischio. Come ricordano, verranno a mancare durante le due ore di basso irraggiamento circa 35mila megawatt, quanto cioè producono 80 impianti elettrici di media grandezza durante una normale giornata lavorativa. Per l’Entsoe si tratta di “un test senza precedenti per il sistema elettrico europeo”, che cercherà di superare con la “fondamentale coordinazione operativa tra gli operatori” in tutta Europa. Tutti gli incaricati dovranno mantenersi continuamente in contatto, prima e durante l’eclissi, in modo da poter mettere in pratica le immediate azioni di risposta già programmate.

L’Italia sarà il secondo Paese più danneggiato in Europa dalla mancata produzione energetica del 20 marzo, quando, secondo le previsioni, perderà il 21% di potenza. Il Paese più danneggiato sarà invece la Germania che vedrà scendere l’approvvigionamento addirittura del 50%. Il sole inizierà a oscurarsi a Milano alle 9:24 e tornerà al suo normale splendore alle 11:44. A Roma l’eclissi andrà dalle 9:23 alle 11:42, con il massimo alle 10:31. A Palermo l’oscuramento inizierà alle 9:20 e terminerà alle 11:26, con il massimo alle 10:26.