Duncan Thomas, il paziente liberiano che ha portato Ebola negli Usa, si è aggravato, mentre un passeggero in volo da Bruxelles a New York è stato prelevato all’aeroporto di Newark dopo che aveva mostrato possibili sintomi del virus

ebola

Ebola, condizioni aggravate per primo paziente Usa e nuovo caso sospetto

Duncan Thomas , in terapia intensiva presso l’ospedale di Dallas, si è aggravato, il suo stato clinico si è innalzato da “grave” a “critico”. La magistratura intanto, sta pensando di incriminare Duncan per aver mentito sui contatti avuti con malati in patria. Nove persone sono state messe in isolamento per aver avuto contatti diretti con il malato e quaranta sono sotto osservazione (al momento non sembrano essere state contagiate).
Si segnala un altro caso sospetto a New York: un passeggero è stato prelevato all’aeroporto di Newark, nel New Jersey, da medici in tute “anti-contagio”. Effettuati i test di rito, il caso si è rivelato un falso allarme, sufficiente però a esasperare un Paese che è già sull’orlo di una crisi di nervi.
Secondo Anthony Fauci, massimo esperto Usa di malattie infettive, “l’Ebola fa paura. E’ misterioso. Cataclismatico, acuto, uccide in fretta e in gran percentuale. Noi però abbiamo un sistema che rende straordinariamente improbabile un’epidemia come in Africa”.