Il programma condotto da Gerry Scotti ha avuto un successo da record con ben 4.915.000 telespettatori e uno share pari al 20,45%. Perfetta la giusta ironia di Scotti che ha reso meno apocalittico lo show

show dei record

La nuova edizione de “Lo Show dei record”? Un successone. Il programma, in onda il 17 febbraio e condotto da Gerry Scotti, è stato il leader assoluto della prima serata con ben 4.915.000 telespettatori e uno share pari al 20,45%, toccando picchi di oltre 6.200.000 telespettatori.

A soddisfare soprattutto i numeri record tra i più giovani: 37% di share tra i 15 e i 19enni (Raiuno è al 7.3%) e 32.3% di share sul target 15-24 anni (Raiuno è al 10.6% di share).

“Un altro grande risultato per l’intrattenimento di Canale 5. Ieri, ‘Lo show dei record’, con un grandissimo Gerry Scotti, ha vinto la serata, toccando punte altissime di ascolto anche sui giovanissimi. Grazie e complimenti a tutti: a Gerry, al direttore artistico Roberto Cenci, a tutta la squadra autoriale e produttiva”, ha detto orgoglioso il direttore di Canale5, Giancarlo Scheri.

Protagonista anche sui social; l’hashtag ufficiale #LoshowDeiRecord, ad esempio, ha dominato la classifica dei TT per l’intera serata e altri temi inerenti al programma sono entrati in top ten come #showdeirecord e #Gerryscotti.

Perfetto Gerry Scotti nel dare la giusta dose di ironia per accompagnare un programma ritenuto spesso troppo serioso e apocalittico. Per la prima puntata, come lo saranno anche le altre, il pubblico è stato testimone di prove al limite del concepibile, come ad esempio il record portato a termine da Oxana Seroshtan, che ha camminato per 7,52 metri con i tacchi su una fune. Da fare invidia a tutte le donne del mondo che spesso non riescono da sole a completare una semplice scalinata. Da lasciare col fiato sospeso!

Molto pericolosa è stata la prova di Vispi, una squadra di fachiri indiani che sono riusciti a creare una specie di sandwich umano, formato da sei persone, e soprattutto di chiodi. Il poveretto che stava sotto tutti aveva una pressione di ben 380 kg. Dieci secondi in equilibrio per loro e fortunatamente nessuno si è fatto male.
Il cinese Liangming Ruan ha raccolto invece un ‘manto di api’ di oltre 60 kg. Una prova terribile agli occhi dello spettatore. Moto utile il talento di Martin Komarek, taglialegna per vocazione, che ha spaccato 63 tronchi in solo un minuto. Risultato eccezionale, ma evidentemente non abbastanza per farlo entrare nel libro dei record. L’uomo più forte è australiano. È riuscito a mantenere la posizione della croce per 1′ 09’’, in ciascuna mano aveva un manubrio di 10 kg.

Bellissimo spettacolo e perfetta conduzione, lo show dei record 2015 vi aspetta con la seconda puntata il prossimo martedì 24 febbraio con altri record da mozzare il fiato.