Kybella è stato ideato negli Stati Uniti come una soluzione definitiva all’imperfezione del doppio mento e, dal momento che è interamente composto da sostanze naturali e pienamente tollerabili dal corpo umano, viene assorbito senza alcuna conseguenza. Per superare l’inestetismo e impedirne il ritorno i ricercatori garantiscono che bastano 6 applicazioni del farmaco

addio doppio mento

Arriva dagli Stati Uniti una soluzione definitiva all’imperfezione del doppio mento. Si tratta di un metodo denominato Kybella che si basa su un farmaco volto alla risoluzione dell’antiestetico problema. I ricercatori hanno sottoposto a un test circa 2mila pazienti affetti da doppio mento acuto e dopo i notevoli risultati ottenuti è partito il via libera per la commercializzazione regolare del farmaco. Oltre ai risultati reali che comporta Kybella, a dare l’ulteriore spinta per le vendite del prodotto è la quasi totale assenza di effetti collaterali. Ma come funziona il farmaco? Kybella viene iniettato nella zona del collo interessata e procede automaticamente a sciogliere il tessuto adiposo grazie ad un particolare meccanismo che comporta la saturazione e l’esplosione delle cellule grasse coinvolte, senza alcuna apparente possibilità di ritorno.

Sostanzialmente Kybella riesce a spingere la membrana cellulare ad esplodere, liberando in questo modo le cellule del collo dal grasso e dopo aver terminato la sua funzione il farmaco, dal momento che è interamente composto da sostanze naturali e pienamente tollerabili dal corpo umano, viene riassorbito agevolmente dall’organismo senza alcuna conseguenza. Chi ha ideato il farmaco garantisce che sei sue applicazioni sono sufficienti per superare il problema del doppio mento. Inoltre assicurano che si crea un terreno congeniale ad impedire il ritorno dell’inestetismo, che verrà dunque eliminato per sempre. Adesso a tutti coloro che odiano e non sopportano più il loro doppio mento non resta altro che attendere l’immissione del prodotto sul mercato americano (e si spera presto anche in altri Paesi) e il gioco sarà fatto.