Dieta vegana: alimentazione sana, ricca di sapori e con ingredienti certificati bio

La cucina vegana è molto variegata, a farne parte non sono solo alimenti della tradizione mediterranea ma anche ingredienti orientali. Vediamo nello specifico come può essere una dieta vegana, eliminando in modo definitivo le false credenze popolari dove si crede che l’alimentazione vegan sia nociva alla salute perché non apporta all’organismo i giusti nutrienti.

 La colazione
La colazione è una parte fondamentale nell’alimentazione di una persona. E’ il carburante che attiva il nostro corpo e quindi permette di attivare il metabolismo e avere le energie necessarie per affrontare tutta la giornata.  In una colazione vegan esemplare abbiamo frutta fresca o spremute di frutta, o frullati di frutta con latte vegetale, accompagnati con una manciata di mandorle, una fetta di pane di segale con 1 cucchiaino di crema di mandorla o sesamo, oppure marmellata senza zuccheri. E’ importante la frutta fresca nella colazione per il suo contenuto di fruttosio, uno degli zuccheri migliori per ottenere della buona energia che apporta un benessere generale al nostro corpo senza appesantirlo troppo.

Il pranzo
Per quanto riguarda il pranzo, l’ideale è un pranzo veloce. Nutriente ma privo di eccessi che possono appesantirci e impedirci di portare a termine la nostra giornata. Sono consigliati piatti unici, come pasta e ceci, orzo al curry, insalata di riso. Ma anche torte salate o insalatone di verdure con semi o frutta secca, accompagnate con qualche fetta di pane.

Lo spuntino o merenda
Tra un pasto e l’altro, è buona abitudine fare uno spuntino, questo non solo permette di velocizzare e attivare il metabolismo, ma evita di farci arrivare a cena o a pranzo affamati con la conseguenza di non riuscire ad auto controllarsi, mangiando più del necessario. Per gli spuntini spezza fame sono consigliati cibi sani, semplici e facili da digerire. Perfetta è della frutta fresca di stagione ma anche uno yogurt di soia. Chi non si sente soddisfatto e vuole uno spuntino più sostanzioso, potrebbe concedersi una gustosa fetta di pane con un velo di burro d’arachidi.

La cena
A cena si ha più tempo per mettersi ai fornelli e quindi si possono preparare pasti più elaborati come polpettone al miglio, timballo di patate, zucchine o melanzane alla parmigiana, risotti con verdure ma anche una buona pizza gluten free. Tuttavia dopo una giornata lavorativa, non sempre si ha voglia di passare la serata tra fornelli e piatti da lavare, in questo caso la cosa migliore è quella di farvi invitare dal vostro partner a cena fuori, per gustare prelibatezze in uno dei tanti ristoranti vegani, ormai presenti in quasi tutto il territorio italiano, questi ristoranti sono molto apprezzati per la cucina delicata ed i ricchi sapori, a base di ingredienti certificati BIO.