Nella parodia l’attrice interpreta una ragazza che si unisce all’Isis e dice al padre di stare tranquillo perché “è solo l’Isis”. Il web si divide tra chi lo ritiene divertente e chi offensivo

From the Set: Dakota Johnson and Alabama Shakes

Dopo il successo di 50 Sfumature di grigio non si fa altro che parlare, spesso non in bene, della bella Dakota Johnson, alias Anastasia Steele. Prima la notizia della rottura col fidanzato, e adesso anche il criticatissimo sketch in cui interpreta una ragazza che si arruola nell’Isis. L’attrice rimpiangerà i giorni in cui era al centro dell’attenzione per il nudo integrale nella trasposizione cinematografica del romanzo erotico di E.L.James. Il suo sketch, che in realtà è la parodia di uno spot, ha infatti diviso in due il web e i telespettatori americani. Una piccola parte lo considera esilarante, tutti gli altri lo ritengono invece offensivo e tutt’altro che comico.

Il video dura poco più di un minuto e riprende la ragazza in auto con il padre, interpretato da Taran Killam, che la sta accompagnando in aeroporto. Nella pubblicità originale la ragazza si arruolava nell’esercito, mentre nella parodia Dakota si unisce ad alcuni militanti dell’Isis che si presentano con tanto di barba, fucili e bandiere nere. Quando il finto padre li vede arrivare a bordo di una Toyota, raccomanda alla figlia di stare attenta, ma la ragazza si appresta a rispondere, come a rassicurarlo, “è solo l’Isis”. Allora lui si rivolge ai terroristi con una preghiera: “Prendetevi cura di lei”, sentendosi rispondere “Morte all’America”.

Lo sketch era volutamente satirico, così come tutti i contenuti del SNL, che della comicità e la satira politicamente scorretta ha fatto la sua fortuna. Molti però sottolineano che non ci sia nulla di divertente e continuano a criticare sia il video che Dakota Johnson su Twitter. “Forse è la cosa più offensiva che abbiano mai trasmesso al SNL”, scrive una donna. Altri invece lo accolgono col sorriso e ne difendono la comicità, forse non recepita. Ma alle accuse di mancanza di rispetto per le vittime dell’atrocità dell’Isis risponde sul suo profilo Twitter l’attore comico Taran Killam, il padre di Dakota nel video: “La libertà di ironia è la nostra arma migliore”.