Alla presentazione del libro “Corruzione a norma di legge”, Renzi ricorda che l’unica strada per salvare l’Italia dalla corruzione è la trasparenza. Poi elogia e ringrazia Napolitano: “Un uomo dalla grande intelligenza politica”

renzi

Il presidente del consiglio Matteo Renzi ha preso parte alla presentazione del libro “Corruzione a norma di legge”, di Francesco Giavazzi. Sulla tematica il premier ha voluto sottolineare che semplificazione e trasparenza sono l’unica strada per salvare il nostro Paese dalla corruzione nelle opere pubbliche: “Il politico corrotto che prende la mazzetta, fa una cosa schifosa e va mandato a casa”, ha sentenziato motivando anche la sua intenzione di aumentare i poteri in mano all’Authority anticorruzione.

La presentazione del libro è avvenuta oggi, in contemporanea alle dimissioni di Giorgio Napolitano da Capo di Stato. E Renzi ne approfitta così per ricordare che il prossimo Presidente della Repubblica verrà scelto ‘ragionevolmente a fine mese’. E dopo onora la figura di Napolitano ringraziandolo per il lavoro svolto, spesso durissimo, e gestito con straordinaria intelligenza politica. Ma adesso serve una nuova figura altrettanto capace. “Serve un grande senso delle istituzioni, abbiamo una grande responsabilità. Qui non si tratta di una scelta singola ma del futuro delle istituzioni per i prossimi anni. Serve grande intelligenza per individuare il nome più condiviso possibile”, ha detto il premier . “Tante donne e uomini possono svolgere bene questo ruolo. Quello che non serve è una discussione sui nomi che non farebbe bene alle istituzioni”, ha aggiunto rimanendo vago sui probabili nomi. Ma assicura che stanno tutti discutendo del futuro delle istituzioni e che c’è bisogno di parlamentari e grandi elettori che non si spaventino, perché “il Presidente della Repubblica deve essere un grande, un grande arbitro”.