Era latitante dall’anno scorso, ma dopo aver postato distrattamente una foto con lo sfondo del suo nascondiglio, Nicolae Petrut è stato arrestato dai carabinieri di Casal di principe

carabinieri arresto

Un maldestro latitante si è fatto beccare dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Casal di Principe, a Caserta, dopo aver postato sul suo profilo facebook alcune fotografie dove era ritratto insieme alla moglie e ai figli e in cui si mostrava con una pistola in mano. Le autorità sono risalite quindi al suo nascondiglio grazie ad alcuni dettagli che facevano da sfondo alla fotografia e hanno proceduto immediatamente con l’arresto. Si tratta di Nicolae Petrut, un rumeno di 26 anni, latitante ricercato dal 2014, che adesso per una banale leggerezza è stato stanato dagli investigatori che da tempo erano sulle sue tracce e che dopo essersi accertati che i dettagli della foto corrispondessero con i luoghi di Casal di Principe a loro familiari hanno fatto scattare il blitz nell’abitazione del rumeno.

Su di lui pendevano tre ordini di arresto: un mandato europeo emesso il 14 luglio del 2014 dall’autorità giudiziaria rumena che lo condannava per il reato di tratta di esseri umani; un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere il 3 aprile per reati quali rapina aggravata e violenza privata in concorso; e un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso il 10 novembre 2014 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria, che lo condannava al reato di furto aggravato in concorso. Nicolae è stato portato alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a Caserta.