La neonata è stata ritrovata stamattina da un operatore ecologico nei pressi di un bidone dell’immondizia sulla provinciale tra Villa Literno e Castel Volturno. I sanitari hanno riferito che sta bene e pesa 2,5 kg

neonata abbandonata

Orrore nel Casertano, dove una neonata è stata ritrovata sulla strada provinciale tra Villa Literno e Castel Volturno. La bimba è stata notata nei pressi di un bidone dell’immondizia da un operatore ecologico che ha chiamato immediatamente la polizia. Una volta sul posto gli agenti del commissariato di Castel Volturno hanno preso la neonata, che era stata avvolta in una coperta e adagiata ai bordi della strada proprio vicino all’immondizia, e l’hanno portata alla clinica Pineta Grande, dove i sanitari hanno constatato fortunatamente le sue buone condizioni di salute e riferito che pesa 2,5 kg. Sulla vicenda indaga la Polizia.

Il direttore sanitario della clinica, Vincenzo Schiavone, dopo aver riportato le condizioni della bimba ha dichiarato: “La chiameremo probabilmente Emanuela visto che l’operatore ecologico che l’ha ritrovata si chiama Emanuele e anche il nostro infermiere cui è stata consegnata dalla polizia”. Schiavone riferisce poi di un altro caso simile nella struttura ubicata sulla Domiziana. Una bimba nata prematura e che pesa appena 500 grammi è stata abbandonata dalla madre poco dopo il parto. Sembra che la madre della povera creatura, che non ha problemi economici, abbia sfruttato la facoltà che le dà la legge e non rischia per questo motivo nessuna denuncia. “Abbiamo informato il tribunale dei minori per entrambe le situazioni. A Castel Volturno purtroppo registriamo un alto tasso, tra i maggiori d’Italia, di neonati abbandonati”, ha concluso il direttore della “Pineta Grande”.