Canone Rai in bollettaLa riforma della Rai? ‘Scandalosa’. Ad affermarlo, in accordo con quanto riportato da Liberoquotidiano.it, è l’imprenditore Urbano Cairo, editore di La7 con la Cairo Communication, a ‘Italia Oggi’ mettendo in evidenza come il Governo Renzi abbia pensato con la riforma alla televisione di Stato piuttosto che all’intero settore.

‘Perché il Tg1 è servizio pubblico e il Tg di Mentana no? Perché la Gruber non fa servizio pubblico e la Annunziata sì?’, si chiede l’imprenditore nel ricordare che ‘viviamo in un mercato che da otto anni vede solo vacche magre, in cui la tv ha perso il 33% della raccolta pubblicitaria, la stampa il 60%’.

A fronte di questa situazione di difficoltà, invece, il Governo grazie al canone sulla bolletta elettrica dà ‘all’operatore Rai altri 300 milioni di euro all’anno. Ora la Rai arriverà a incassare 2 miliardi di euro all’anno di finanziamento pubblico. E in questo modo si danneggiano i competitor e tutti i settori editoriali, dalla tv alla stampa, la radio’, ha aggiunto Urbano Cairo nel chiedere che, a questo punto, ‘si deve fare una gara aperta, senza assegnazioni automatiche sempre e solo alla Rai’.

In altre parole, con l’introduzione del canone della Rai nella bolletta dell’energia elettrica non farà altro che aumentare il finanziamento pubblico alla televisione di Stato, con ricadute negative sugli operatori privati, quando invece attualmente in altri Paesi come l’Inghilterra viene messa addirittura in discussione pure la Bbc per quel che riguarda il rinnovo del contratto per il servizio pubblico del quale oramai nel Regno Unito si discute da due anni.