Arrivato al quarto episodio della saga d’azione post apocalittica “Mad Max”, il film ha come protagonista Tom Hardy. Charlize Theron è invece la temibile Furiosa con cui Max stringerà un’alleanza per sopravvivere

mad max

“Mad Max: Fury Road” il 14 maggio verrà proiettato fuori concorso al Festival di Cannes. Si tratta del quarto film d’azione post apocalittico basato sul franchise scritto e diretto da George Miller, che a 30 anni dal leggendario Mad Max incarnato da Mel Gibson, vedrà questa volta nei panni di Max Rockatansky l’attore Tom Hardy, che farà rivivere il caos che regna nei più remoti angoli del nostro Pianeta, dove l’umanità è spezzata, la maggior parte delle persone sono impazzite e lottano per la sopravvivenza, e in cui le gangs si sfidano per la benzina e l’acqua. Il protagonista, dopo la morte della moglie e del figlio all’indomani del caos, vuole ritrovare la pace interiore. E poi c’è la rivale di Max, la fascinosa quanto temibile imperatrice Furiosa, interpretata da Charlize Theron, che crede di poter raggiungere la sopravvivenza, e con cui Max stringerà un’alleanza.

Nel cast anche Nicholas Hoult, Zoe Kravitz, Riley Keough, Rosie Huntington-Whiteley, Hugh Keays-Byrne e Nathan Jones. La pellicola segna il grande ritorno del regista australiano Georges Miller alla fantascienza, che aveva inaugurato la saga nel 1979 e poi girò i sequel “Mad Max 2-la sfida” e “Mad Max: oltre la sfera del tuono” nel 1985.

Descrivendo il suo personaggio Tom Hardy ha detto: “Nel suo mondo tutto ha un costo, dolore e sacrificio. È una specie di iconico supereroe ma senza superpoteri e tutina colorata. Il prezzo di compiere imprese straordinarie senza volare o usare raggi laser, è altissimo”. E poi riguardo al film ha aggiunto: “È la prosecuzione diretta dei tre film con l’aggiunta di una meditazione: Max vive in un mondo nichilistico in cui l’unica soluzione è cercare di sopravvivere giorno per giorno”.

La pellicola sarà dunque proiettata a Cannes il 14 maggio. Non si tratta però di un’anteprima mondiale, in quanto uscirà addirittura il giorno prima in Belgio, Germania e Norvegia, mentre il 14 arriverà contemporaneamente anche nelle sale italiane e francesi.