Dei festeggiamenti, iniziati il 5 aprile, il momento clou è stata la presentazione degli sposi ai 6 mila invitati nella sala del trono di palazzo reale. Mozzafiato i loro abiti d’oro, le Loubotin ai piedi della novella sposa e il bouquet in pietre preziose. Unico neo le facce poco allegre dei novelli sposi

nozze figlio del sultano

Lusso incontenibile per le nozze a Brunei tra il rampollo del sultano e Dayangku Raabi’atul Adawiyyah Pengiran Haji Bolkian, una giovane e fortunatissima 22enne. Lo sposo è infatti Abdul Malik, il figlio minore di 31 anni del sultano, secondo nella linea di successione al piccolo ma ricchissimo regno, situato nell’isola del Borneo, nel sud-est asiatico. Il padre è uno degli uomini più ricchi del mondo, e per le nozze di Abdul non ha badato a spese. Dei festeggiamenti, iniziati addirittura il 5 aprile, il momento clou è stato ieri con la presentazione della coppia ai 6 mila invitati, una folla di nobili, personaggi di fama internazionale e familiari, nella sala del trono di palazzo reale di Nurul Iman a Banda Seri Begawan, una residenza dotata di ben 1788 stanze, 5 piscine e 257 bagni.

Oltre alla location da favola, a lasciare tutti senza fiato sono stati gli abiti d’oro dei novelli sposi, e le scarpe di diamanti e i gioielli di lei: un diadema tempestato di sei smeraldi a forma di goccia, accompagnato da una collana con pendente centrale, spilla, bracciale e anello, tutto con enormi smeraldi. Ai piedi della bellissima Dayangku decollete Laboutin e cavigliera in oro puro. E per chi si aspettava i soliti fiori nella composizione del bouquet è rimasto sbalordito alla vista di tutte quelle pietre preziose in mano alla sposina. Per la moglie del ricchissimo rampollo evidentemente sarebbero state troppo scontate rose o peonie. L’unico neo dei festeggiamenti è che gli sposini non sembravano proprio al settimo cielo, come si nota anche dalle loro facce poco allegre nella foto. Sarà dunque vero che il denaro non dà la felicità?