Cellule tumorali nitide come piccoli pixel. Diagnosi più accurata e veloce grazie a ricerca italiana.

Biopsia digitale cellule tumorali sono visibili come pixel
Cellule tumorali nitide come piccoli pixel. Diagnosi più accurata e veloce grazie a ricerca italiana.

Una ricerca sviluppata completamente in Italia permetterà una diagnosi più dettagliata e accurata sulle cellule tumorali.
Lo studio è stato portato avanti dalla Silicon Biosystems Menarini, un’azienda che ha due sedi: una a Bologna e l’altra a San Diego. I ricercatori italiani di questa importante novità scientifica sono Nicolò Manaresi, che è il coordinatore del progetto e Gianni Medoro, che ha inventato la nuova tecnologia.

Di che cosa si tratta? E’ la biopsia digitale, che consente di analizzare tutte le cellule cancerogene in ogni minima parte e di renderle visibili come se fossero tutti piccoli pixel, per analizzarne meglio il genoma e seguirne le mutazioni, in modo tale da trovare una cura più adatta e mirata a seconda della cellula e del caso. Un gran passo avanti nel campo della ricerca scientifica contro i tumori e il cancro. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports, del gruppo Nature ed è un motivo d’orgoglio per il Bel Paese.

Nicolò Manaresi ha spiegato meglio la tecnologia della biopsia digitale dichiarando ad un’intervista: “Grazie alla nostra tecnica possiamo disgregare la biopsia fino ad avere una sospensione di cellule libere che vengono passate nel sistema per essere digitalizzate una per una”. Poi continua il coordinatore della ricerca: “In pratica, ciascuna cellula diventa una sorta di pixel che può essere monitorato con estrema precisione, consentendo di eliminare il rumore di fondo presente quando le cellule tumorali sono poche o quando non tutte esprimono le stesse mutazioni”.

Quindi grazie alla biopsia digitale sarà possibile digitalizzare ogni singola particella, prendendo solo anche in esame piccolissimi campioni di tessuto. La nuova scoperta è fondamentale proprio per la cura e la terapia personalizzata e permette al paziente di essere seguito passo passo in ogni minimo dettaglio e avanzare o regredire della malattia.