Il ragazzo aveva già espresso più volte il suo desiderio di uccidere alcuni professori, ma tutti credevano si trattasse di uno scherzo, fino a ieri, quando è entrato a scuola puntando una balestra contro uno degli insegnanti. Ferite altre 4 persone

uccide prof con balestra

Un professore è stato ucciso con una balestra da un suo alunno. È avvenuto ieri nell’istituto scolastico “Joan Fuster” del quartiere La Sagrera a Barcellona, quando il minorenne ha fatto irruzione, in tuta mimetica e armato di una balestra e di diversi coltelli, nella scuola intorno alle 9 della mattina. Lo scenario sembra proprio quello di “The Walking Dead”, serie tv americana di cui è grande fan il ragazzino. Sembra che oltre al professore, rimasto ucciso, ci siano anche altri 4 feriti. Il baby killer di 14 anni sarebbe infatti entrato a scuola aggredendo prima alcuni dei suoi compagni, e il professore, che stava iniziando la lezione, udendo le urla dei ragazzi, è accorso nell’altra aula per capire cosa stesse succedendo ed è stato aggredito dallo studente, che gli ha rivolto contro la balestra, proprio al momento che ha aperto la porta. Poi è stato colpito anche all’addome con una coltellata.

Da quanto emerso, il ragazzo, fan di “The Walking Dead”, avrebbe costruito da solo una balestra proprio come fa uno dei protagonisti della famosissima serie action di zombie. Alcuni compagni testimoni, ascoltati dagli inquirenti, hanno raccontato che il ragazzo avrebbe più volte espresso la sua volontà di uccidere i professori della scuola, ma tutti credevano, prima del folle episodio di ieri, che si trattasse di uno scherzo.

Gli altri 4 feriti hanno subito ricevuto le cure sul posto, mentre per il professore, che lavorava a scuola come sostituto di un insegnante che era in mutua, non c’è stato nulla da fare perchè è spirato in una pozza di sangue poco dopo essere stato colpito con la balestra. Il killer invece è stato fermato poi nell’androne da un altro professore fino all’arrivo degli agenti. Sembra che avesse nello zainetto anche una rudimentale Molotov, che non è arrivato a far esplodere. Adesso è affidato alla custodia del servizio minori della Generalitat, che lo ha trasferito in un’unità psichiatrica dell’ospedale infantile Sant-Joan de Deu.