Il leader della Lega è stato accolto ad Ancona da diversi manifestanti con lanci di uova e pomodori, e striscioni con le scritte “vattene”, “vergogna” e “mai con Salvini”. Il 1° maggio sarà a Lucca insieme a Claudio Borghi, candidato alla presidenza della Regione Toscana

manifestazione contro Salvini

Il leader della Lega Nord Matteo Salvini si è presentato con una felpa blu con la scritta gialla “Marche” in piazza Roma ad Ancona, dove si è fermato 15 minuti al banchetto della Lega per la raccolta di firme per la presentazione delle liste per le regionali, facendosi fotografare insieme agli attivisti. Ma ad accogliere Salvini anche urla dei manifestanti dei centri sociali, “vattene”, “vergogna”, “fascisti”. Il tutto accompagnato dagli ormai usuali lanci di uova, pomodori e bottiglie.

Alcuni manifestanti hanno addirittura cercato di rompere il cordone delle forze di polizia in assetto antisommossa, causando un duro contatto con gli agenti, che li hanno poi respinti. 200-300 giovani dei centri sociali hanno continuato a mostrare striscioni con la scritta: “Mai con Salvini”, “Respingiamo Salvini e il razzismo”. “E pensare che questa gente qui magari il 25 aprile stava a parlare di libertà a democrazia”, ha detto poco dopo Salvini.

Dopo Ancona, chissà se il leader del Carroccio verrà accolto in maniera diversa a Lucca, dove si presenterà il primo maggio all’hotel Guinigi sulla via Romana per incontrare iscritti e simpatizzanti alle ore 21. Lo accompagnerà Claudio Borghi, il candidato alla presidenza della Regione Toscana che è anche l’economista di punta della Lega, noto per la sua opposizione frontale all’euro.