La menopausa precoce in donne di età inferiore ai 52 anni potrebbe celare problemi al cuore. È consigliato quindi indagare per bene le cause quando si presentano precocemente le vampate di calore per intervenire, se necessario, con tempestività

menopausa precoce

La menopausa precoce sorprende numerose donne, ma il suo arrivo potrebbe portare anche qualche problema cardiaco. Lo rivela uno studio condotto dall’Università di Pittsburgh, presentato in occasione dell’American College of Cardiology, secondo cui, appunto, le vampate precoci che si manifestano attorno ai 40 anni possono essere sintomo di problemi ai vasi sanguigni. Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno indagato su 189 donne in periodo pre e post menopausa, di età compresa tra i 40 e i 60 anni, e che non hanno mai avuto alcun problema di cuore. In più le volontarie non dovevano essere state sottoposte a terapia ormonale, beta-bloccanti, farmaci calcio-antagonisti, insulina o antidepressivi. Lo scopo dello studio era riuscire a determinare la relazione tra le vampate di calore e la dilatazione flusso-mediata dell’arteria brachiale. È risultato che le vampate di calore nelle donne giovani celano dei problemi al cuore, al contrario di quanto si pensasse in passato, quando erano considerate solo un fastidio collegato alla menopausa.

Adesso quindi con questo studio si è venuti a conoscenza che le vampate precoci rappresentano un forte segnale di avvertimento di eventuali malattie cardiache. Le donne sottoposte al test, e in post menopausa, hanno testimoniato infatti che c’è un reale nesso tra i sintomi di malattia al cuore e le vampate di calore.

Gli esperti specificano che questo fenomeno è risultano nel test attendibile solo nelle donne sotto ai 52 anni, mentre nelle donne oltre i 52 non è stata individuata nessuna connessione tra vampate e problemi alle arterie. È consigliato quindi di indagare per bene le cause quando si presentano questi sintomi in menopausa e vigilare sulle condizione del proprio apparato con tempestività.