Marianna Madia ha annunciato che le forze dell’ordine scenderanno a 4 e che a farne le spese sarà il Corpo forestale. Ma assicura che verrà riorganizzato e probabilmente assorbito nella Polizia. Danilo Scipio: “Si sta compiendo un grave errore”

Corpo forestale

Il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, ha annunciato che i corpi delle forze dell’ordine passeranno da cinque a quattro. Lo ho confermato oggi anche il premier Matteo Renzi, che alla cerimonia di inaugurazione dell’Anno accademico 2015 della Scuola Superiore di Polizia ha detto: “Dopo la fine della riforma della Pubblica amministrazione è difficile che siano ancora cinque le forze di polizia. Stiamo lavorando a un pezzo di riforma che riguarda anche voi”.

Ad oggi la pubblica sicurezza è affidata a 305mila agenti divisi in Carabinieri (105 mila), Polizia (95 mila), Guardia di finanza (60mila), Polizia penitenziaria (38 mila), Corpo forestale dello Stato (settemila). Ma adesso a pagare la decisione del governo sarà proprio il corpo forestale, che verrà quindi estromesso anche se, come assicura la Madia, riorganizzato e probabilmente assorbito nelle altre forze.

Il corpo forestale conta circa 7.000 unità e 1.000 stazioni dislocate nelle zone rurali e montane, con Comandi provinciali e regionali in 15 Regioni, con un totale di oltre 1.200 strutture. Adesso il corpo sarà probabilmente assorbito nelle forze della Polizia.

“Nonostante le rassicurazioni e gli emendamenti di ogni partito politico volti a salvaguardare la piena autonomia operativa del Corpo nessun parlamentare evidentemente è stato in grado di resistere ai diktat governativi e a far scongiurare la sciagurata ipotesi dell’accorpamento nella Polizia di Stato”, ha detto Danilo Scipio, responsabile del Coordinamento Sicurezza UGL. “Abbiamo aspettato pazientemente di far comprendere alla politica il grave errore che si stava compiendo, un errore nei confronti dell’Italia, del nostro patrimonio naturalistico e agroalimentare, ma è evidente che l’esigenza dello spot ha prevalso sulla logica e il buonsenso. Anche oggi, infatti, il presidente del Consiglio ha dichiarato nuovamente di voler ridurre le forze di polizia, il problema è che lo si sta facendo nel peggiore dei modi” ha aggiunto. Per Scipio la situazione paradossale che si creerà è che “se dovesse sparire il Corpo forestale dello Stato rimarrebbero comunque 5 Corpi forestali delle regioni a statuto speciale”. “Questo per dare il senso della razionalità del disegno che si sta perseguendo”, ha concluso.