Secondo una recente indagine di Demoskopea per Facile.it non tutti gli italiani sono dipendenti dallo smartphone: 1 su 5 usa ancora il vecchio telefonino e le donne non amano il touch screen

cell-phones

Ormai da anni e anni la tecnologia viaggia a più non posso, e nel 2015 sembra davvero impensabile che gli italiani, che normalmente sono un popolo di grandi consumatori di elettronica, non siano ancora in possesso di uno smartphone. Eppure, proprio secondo una recente indagine condotta da Demoskopea per Facile.it, comparatore specializzato anche nel settore delle tariffe telefoniche, ben un italiano su cinque ancora usa i vecchi telefonini preferendoli allo smartphone, e non ama questo strumento per navigare su internet o utilizzare varie applicazioni.

In percentuale ad utilizzare un telefono tradizionale, senza cedere al fascino di quelli super moderni, è addirittura il 20,5%. La ricerca di Demoskopea è stata condotta su un campione rappresentativo tra italiani dai 15 anni in su, possessori di telefono cellulare personale. E i dati risultati sono stati, a sorpresa, lontanissimi da quelli che si potevano supporre. Ad esempio si è potuto notare che le donne preferiscono i tasti fisici al touch screen con una percentuale del 24,2%, contro il 16,3% tra il sesso maschile.

Inoltre gli intervistati hanno dichiarato di essere in possesso di un solo numero telefonico, spendendoci una cifra spesso minima: il 67% del campione non supera la soglia dei 15 euro al mese, mentre 1 italiano su 3 con delle tariffe personalizzate riesce a spendere una cifra compresa tra i 9 e i 10 euro. Con meno di 8 euro mensili invece riesce a stare il 16,6% degli intervistati. Inoltre l’89% preferisce ancora la scheda ricaricabile al contratto, riuscendo in questo modo a limitarsi in eventuali sforamenti di budget che spesso comportano gli abbonamenti. Anche chi sceglie lo smartphone è disposto sempre meno a pagare cifre alte: il 65% degli italiani ha affermato di aver speso per il suo nuovo dispositivo tra gli 80 e i 130 euro.