In Italia si calcola ci siano un milione di malati di glaucoma e una persona su due ignora di essere affetta dalla patologia. La prevenzione è di primaria importanza se non si vogliono correre rischi gravissimi come la totale cecità

Prevenzione-Glaucoma

Dall’8 marzo parte la Settimana Mondiale del Glaucoma, iniziativa cui aderisce anche l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti del Piemonte, e che prevede check-up gratuiti e incontri informativi per prevenire la prima causa di cecità irreversibile. Sono dati troppo alti quelli che riguardano le persone affette dal glaucoma, con circa 55 milioni di persone in tutto il mondo e tra questi già 24 milioni hanno perso del tutto o in parte la vista. “Si calcola che solo in Italia ci siano un milione di malati. La cosa più grave è che una persona su due ignora di essere affetta dalla patologia, correndo grandi rischi”, ha precisato il presidente dell’UICI del Piemonte, Adriano Capitolo , lanciando l’allarme. La prevenzione, come in tutte le malattie, è dunque di vitale importanza.

Il glaucoma è considerato “il ladro silenzioso della vista” perché colpisce senza inviare alcun sintomo, e se non trattato adeguatamente provoca il restringimento del campo visivo fino a giungere, nei casi più gravi, alla totale cecità. Così, per mirare alla prevenzione e ottenere precise informazioni a riguardo, dall’8 al 14 marzo avrà luogo la settimana mondiale del glaucoma con l’adesione dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti e la collaborazione dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità.

Come spiega il presidente dell’UICI Capitolo, in Piemonte sono stati programmati eventi e iniziative che coinvolgeranno tutte le province, e dove si svolgeranno controlli della vista gratuiti e incontri informativi. In tutto lo stivale hanno aderito con vari programmi oltre 65 tra le maggiori città.