jamie-dornan

L’uscita di 50 Sfumature di Grigio, film erotico tratto dall’omonimo romanzo di E.L. James, si avvicina sempre di più e tutte le fan sono in totale delirio. L’attore Jamie Dornan, che interpreta il miliardario Christian Grey, un personaggio ricco di sfumature diverse e molto discordanti tra loro, ha dichiarato recentemente di avere paura di morire alla première del film a Berlino, decisa dalla produzione per l’11 febbraio 2015. Lo commenta sulla rivista Details Magazine, dove ha voluto precisare quale sia la sua reale preoccupazione: “Non vorrei nemmeno dirlo pubblicamente e sulla rete, ma temo di essere ucciso, come John Lennon, da uno di quei fan arrabbiati durante la première. Perché un sacco di persone sono molto arrabbiate sul fatto che io stia interpretando questo personaggio” . E in effetti Jamie, nonostante sia stata oggettivamente una scelta più che azzeccata per la sua aria tenebrosa e molto virile, non era tra i candidati preferiti per vestire i panni del sessuomane Chris e per stare accanto a Dakota Johnson, elegante attrice statunitense, figlia di Melanie Griffith e Don Johnson, che interpreta l’innocente Anastasia Steele. E chissà se con la sua passionale interpretazione non farà cambiare idea alle fan. L’attore irlandese ha anche detto ironicamente: “Sono un padre e un marito. Non voglio morire. Quando verrò ucciso la gente dirà: Oddio, non è inquietante che abbia previsto la sua morte in quell’intervista a Details Magazine?”. Non ha quindi paura di diventare il sex symbol estremo dell’amata saga erotica, ma di morire svolgendo il proprio lavoro da semplice attore. Nonostante il timore e le dichiarazioni, la première non verrà cancellata e il ‘povero’ Jamie non potrà sottrarsi all’evento. Quindi le fan potranno dormire sogni tranquilli e presentarsi puntuali a Berlino giorno 11 febbraio.